Fitness Faktory Home Workout

Allenamento a distanza. Siamo dove sei tu. A casa tua, all’aperto, in trasferta di lavoro. Quando vuoi tu

tel 0423-303333 - cell. 393 9451104

Fitness Faktory S.S.D. a R.L. - V. Ortigara, 72 - 31040 Trevignano TV

Seguici anche su:
Top

Blog

Yoga e Pilates nella routine di allenamento

Pilates e Yoga due filosofie del movimento
Pilates e Yoga due filosofie del movimento

Il Pilates e lo yoga sono due discipline olistiche molto apprezzate che ci accompagnano tutto l’anno in palestra. Le differenze tra queste due filosofie del movimento però sono enormi, e ora vedremo perché può essere utile inserire entrambe all’interno della nostra routine di allenamento.

Il metodo Pilates si basa su precisione, fluidità e controllo e pone l’attenzione sul respiro, sulla postura, sull’allungamento dei muscoli e soprattutto sul rinforzo del core, o cintura addominale, per il supporto della colonna vertebrale. Joseph H. Pilates, il suo fondatore nato in Germania nel 1880, durante l’infanzia soffrì di vari disturbi fisici che lo spinsero nell’adolescenza a studiare l’anatomia umana e a praticare numerosi sport al fine di vincere i propri limiti. Durante la prima guerra mondiale si trovava in Inghilterra, dove elaborò un training rigoroso a corpo libero e iniziò anche a progettare degli attrezzi per la riabilitazione dei soldati feriti. Negli anni venti emigrò a New York dove aprì uno studio proprio accanto alla sede del New York City Ballet. Moltissimi ballerini si rivolgevano a lui per terapie riabilitative e i più grandi esponenti della danza, tra cui Martha Graham e George Balanchine, raccolsero i suoi insegnamenti. Gli esercizi che caratterizzano questo metodo codificato si svolgono principalmente a terra e permettono di scolpire una silhouette allungata (come quella dei ballerini), fortificare i muscoli addominali e della schiena e correggere le asimmetrie lavorando sul riequilibrio posturale.

Lo yoga, invece, è una pratica dalle origini millenarie che si è sviluppata in tantissime forme, dagli stili più dolci ai più vigorosi, dai più introspettivi ai più fisici. “Colui che naviga nel vasto mare dello Yoga oggi può conoscere la tranquillità, domani può imparare una nuova tecnica respiratoria, dopodomani può conoscere un mantra, una meditazione, può ritrovare un sorriso, una forza interiore, uno slancio e un senso di rivalsa per impegnarsi nella sua destinazione nel mondo… e molto, molto altro ancora”. I ritmi sono lenti, le asana (posizioni) mantenute a lungo, i respiri profondi, il tutto con lo scopo di rinforzare interamente il nostro corpo. Se nel Pilates c’è un’integrazione funzionale tra concentrazione della mente e precisione del movimento, nello Yoga c’è un bisogno più spirituale: il movimento del corpo permette di accedere all’ascolto interiore e portare presenza “qui e ora”.

La respirazione è differente nelle due discipline. Nel Pilates si utilizza la respirazione postero-laterale, inspirando con il naso ed espirando dalla bocca, per avere maggior controllo dei movimenti. Nello Yoga si utilizzano diverse tecniche a seconda dell’intenzione della pratica.

Ma le due discipline, quindi, sono compatibili? È utile frequentare con costanza entrambe? La risposta è decisamente sì! Pilates e Yoga possono essere sinergici: con approcci diversi, ricercano entrambi il benessere psicofisico, rinforzano tutto il corpo e migliorano la postura.

Ultimo punto, ma non meno importante: Yoga e Pilates aiutano a liberare la mente da tensioni e stress, ampiamente presenti nel periodo complicato che stiamo affrontando!

Se non hai mai provato questi corsi, ti suggeriamo di approfittare delle nostre video-lezioni: cogli l’occasione per sperimentare nuove attività!😀

Per tutte le info sui nostri corsi (https://www.fitnessfaktory.com/corsi/)

(fonti: “Performance”, FIF – Viviana Fabozzi; “Ritorno alla vita”, J. H. Pilates)

No Comments
Add Comment
Name*
Email*